Verrà il vento e ti parlerà di me di Francesca Barra

30.10.2015

 

Ieri mi sono teletrasporta magicamente in Basilicata precisamente a Matera dove la tradizione la fa padrona. Questo libro di Francesca Barra mi ha fatto vivere un po’ la magia delle tradizioni di cui non sono mai stata attratta quando ero piccolina. Quel magico filo che scorre tra una nipote e una nonna, le ricette tramandate, il sapore di altri tempi. Una nonna che non è mai partita dalla sua terra e una nipote che pur amando la sua terra vuole vedere cosa c’è oltre la terra che ama così tanto. Andrà a studiare a Roma, si sentirà un’estranea, le persone sono diverse e farà ritorno ben presto alla sua amata terra. Ovviamente c’è l’amore, l’amore per un uomo, per la propria figlia o padre o nonna. Un intreccio di vite e di modi di vivere. Chi non vuole uscire dal passato e chi invece abbraccia la modernità e quello che ne comporta. Io non ricordo molto questa alchimia tra figlia e madre o figlia e nonna. Sono cresciuta con tutti i quattro nonni, ognuno di loro sicuramente mi ha lasciato qualcosa, anche se per me quando ero una bambina erano solo vecchi e non mi interessava molto sapere che una volta il pane si faceva con la pasta madre o come si puliva il legno. Ma ora che non ho più nemmeno un nonno e nemmeno una madre, nei libri cerco sopratutto quello. Qualcuno che mi tramandi qualcosa, che mi faccia imparare nuove cose, dal sapere come si fanno le pulizie alle ricette. Quando vedo una madre e figlia intendersi provo una fitta di dolore, per me che non ce l’ho più, non lo faccio apposta ma il senso è quello solo dolore di non abbracciare più mia madre o la mia adorata nonna dagli occhi azzurri come il cielo. Sicuramente se ci penso bene qualcosa mi hanno lasciato, ma non ricordo i pomeriggi passati assieme ad imparare un’arte che si tramanda generazioni in generazioni. Dalla mia nonna materna che è vissuta fino a cento anni ricordo volentieri il suo bellissimo orto, con quanta cura strappava le erbacce e tirava fili per seminare in perfette linee drittissime; ma anche i ribes e i lamponi dove assieme a mia mamma ci preparavano deliziosi gateaux e marmellate. Di mio nonno materno posso dire che l’ho ammirato fin da piccola, ho cominciato a ritrarlo con la matita mentre con una scala pericolante si arrampicava pericolosamente sulle cime degli alberi o quando si metteva davanti al garage ore e ore ad osservare il mondo circostante. O quando montava sulla sella della sua bici, la sua più grande passione e partiva come un razzo. Poi ci sono i miei nonni paterni, non vivevano con noi ma a pochi chilometri, anche loro ho ricordi anche se un po’ vaghi e più distanti ma alcuni li custodisco con il cuore, il nonno veniva sempre a piedi in una “bettola” nel nostro paesino e noi passavamo con le bici e lo salutavamo mentre entrava a bersi un cicchettino e poi c’era la nonna che l’ho sempre vista in cucina, così dolce ma nello stesso così forte da mettere in riga tutti.

A volte si sbaglia vivere del passato ma senza quello non saremmo ciò che siamo ora. I momenti belli ci aiutano a viverne altri ma anche i nostri errori o ciò che abbiamo fatto di sbagliato in passato sono cicatrici che ci aiutano ad essere migliori oggi e magari di non cadere più nello stesso errore.

Se avete nonni, zii, genitori, amateli perché quando non ci saranno più non ci saranno più veramente. La famiglia è qualcosa che ci unisce, dobbiamo restare vicini anche nei momenti bui. Sostenersi e abbracciarsi. Ma anche questo vale per amici cari o vicini di casa. Vogliamoci bene che nel mondo c’è già parecchio odio.

Vi lascio con questa leggera brezza di vento, che è arrivata con questo delizioso romanzo.

Verrà il vento e ti parlerà di me

di Francesca Barra

Garzanti

Prima edizione: aprile 2015

pag 216

Annunci

Un pensiero riguardo “Verrà il vento e ti parlerà di me di Francesca Barra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...