10 cose da condividere settimana 48/52

Buongiorno a tutti! Ritorno con la mia rubrica settimanale a proporvi alcune condivisioni.

  1. Da quando sono diventata vegana forse una delle uniche cose che ho sentito la mancanza è del panettone e pandoro. Durante il Natale vedere tutti mangiare questo “simbolo” natalizio mi si stringeva un po’ il cuore. Ma da alcuni anni un negozio propone anche un’alternativa vegana, non molto economico ma felice di trovarlo! Finalmente posso pure io deliziarmi di questa bontà.
  2. In fatto di libri ho terminato (finalmente) il libro di Camilla Läckberg “La strega”. Ho faticato terminarlo perché alcuni punti mi annoiavano, non l’ho trovato stimolante come gli altri. Peccato!
  3. Invece un libro che non mi sta per niente annoiando è il terzo volume del Trono di spade, sono giunta finalmente a metà e ogni giorno non vedo l’ora di passare un paio di ore in questa mastodontica storia. Non credo che il telefilm possa eguagliare. Quindi leggetelo se amate questo mondo fantasy ma che di fantasy ha ben poco!
  4. In cucina ho fatto ben poco, ma un giorno mi misi a preparare un impasto del pane ma che poi non avendone più voglia l’ho piantato in frigorifero per una notte e il giorno dopo mi è venuta voglia di trasformarlo in pizza. Forno acceso e pizza pronta in poco tempo!
  5. Visto che ci avviciniamo a Natale ho finalmente fatto tutti i regali! Si proprio tutti! Quest’anno ho deciso di regalare un libro ciascuno. Sono stata quasi un’intera giornata a pensare a quale libro avrei potuto regalare per ogni persona. Anche perché non tutti hanno il tempo o leggono. Ma alla fine li ho trovati tutti. Libri dai dieci fino ai ottantadue anni. Spero saranno apprezzati ci ho messo tutto il mio cuore per sceglierli. Ora li sto aspettando!
  6. Come nuova lettura ho preso tra le mani un libro dalla biblioteca trovato alcune settimane fa. Un libro che avevo in lista già da tempo per  poterlo acquistare. Ma un giorno in biblioteca lo trovai in mezzo a tanti altri libri e lo presi. Non pensavo che mi potesse piacere, l’inizio un po’ lento e la struttura è un monologo, ma un monologo che mi ha conquistata. L’autore parla di un’amicizia ma anche di un amore, trasformati in una infedeltà e tradimento e su questo vuole trovare delle risposte. Un grande libro che mi sono trovata a fotografare le pagine, impossibilitata a sottolineare! Ah il libro si chiama Le Braci di Sándor Márai!
  7. Invece come libro della buonanotte per i miei figli stiamo leggendo Gli sporcelli di Roald Dahl un libro che non mi sta catturando molto ma di certo ci fa ridere!
  8. Per quanto riguarda i videogiochi sono ancora immersa nell’antico Egitto, ormai sono giunta alla fine. Ho alcune missioni secondarie e un solo trofeo da ottenere. Mi spiace un po’ essere agli sgoccioli!
  9. Domenica o sabato mattina non ricordo piÙ, mi sono svegliata tardissimo e metà della famiglia era presa dell’influenza. Fuori era freddo, si gelava ma qualcosa mi diceva: esci. Così ho preparato la colazione ma poi mi sono messa le scarpe, il cappotto e sono uscita a farmi una passeggiata. Mi ha fatto bene. In giro non ho incontrato nessuno. Solo l’aria gelida che respiravo. A volte basta uscire, anche se fa freddo, piove o tira il vento per riordinare le idee o semplicemente come nel mio caso far ritornare un po’ di energia persa!
  10. Sto passando un periodo un po’ così, fra alti e bassi e mi accorgo di non condividere quasi piÙ nulla su Instagram. Scatto foto ma che poi tengo per me. Mi piacerebbe ritornare per pubblicare di nuovo fotografie. Una volta, parlo quando ancora gli smartphone non esistevano, adoravo farmi autoscatti che ora sono diventati selfie. Scattavo fotografie per poi vederle dopo settimane o mesi. Non era istantaneo come lo è ora. A me questa velocità spaventa e mi crea ansia. Mi piaceva quando tutto era più lento, quanto una foto prima di essere vista e condivisa (ovviamente in altri modi) c’era un procedimento lungo che ti creava quella suspence. Chissà come sono venuta? Chissà se saranno a fuoco? Chissà se la foto è venuta con l’effetto che volevo? Ora abbiamo migliaia di fotografie sul nostro cellulare ma che non suscitano nulla, forse ne salverei una decina su mille scatti.

Eccomi giunta alla fine di queste mie condivisioni settimanali. Dicembre è arrivato e presto saremo in un nuovo anno. Sperando sia migliore di questo e che porti un po’ piÙ di gioia e amore a tutti quanti.

A presto!

Giocando ad Assassin’s Creed Origins

Leggendo Gli Sporcelli!

Mangiando una favolosa pizza cotta nel forno a legna di casa

Panettone vegan!

Le Braci…

Il freddo…l’inverno che sta arrivando

Il Trono di Spade!

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Annunci

10 cose da condividere settimana 47/52

Oramai torno solamente con questa rubrica, ma almeno mi tiene vicina al blog. Il tempo sembra scorrere più velocemente ultimamente, arrivo a sera e mi chiedo sempre se riuscirò mai a fare tutto ciò che vorrei fare. Si potrei andare a dormire a mezzanotte, ma alle nove già crollo e al mattino fatico un po’ a svegliarmi. Ma vediamo un po’ le dieci cose che vorrei condividere con voi 🙂

  1. Il nostro gatto nero vuole bere l’acqua solamente dal rubinetto o dal bicchiere. Non si avvicina più alla sua ciotola. Se per caso lasciamo in giro un bicchiere arriva subito lui e ne approfitta!
  2. Le mie colazioni sono state a dir poco golose, mi sono fatta una scorpacciata di cornetti e cappuccini con tanto di schiuma! Bisogno di coccole per poter ingranare al mattino.
  3. Questa settimana l’ho dedicata molto al video gioco Assassin’s Creed Origins, l’ho quasi finito. Anzi la storia principale terminata e ora mi mancano alcuni trofei un po’ ostici per me ma pian piano ce la farò!
  4. Il più piccolo si è ammalato, una piccola influenza l’ha tenuto per alcuni giorni a letto e io non ho mancato di fargli un sacco di coccole e baci rimanendo pure io un giorno con febbre e mal di gola! Olé!
  5. In cucina ho preparato una buona crostata salata! Avevo della pasta sfoglia da far fuori così l’ho usata per questa preparazione. Una crostata con lenticchie rosse e patate. La ricetta è semplice. Prima dovete cuocere le lenticchie con quello che più vi piace. Io ho aggiunto anche dello zenzero e a parte ho cotto al vapore delle patate. Ho fatto raffreddare le lenticchie e tagliato a pezzetti le patate. La sfoglia era già spianata non mi è restato di adagiarla su una teglia, fatto dei buchetti con una forchetta poi aggiunto le lenticchie e le patate. Ricoperto poi con i resti di pasta sfoglia! In forno poco piÙ di mezz’oretta e la crostata era pronta! Mangiata tiepida o fredda è molto più buona!
  6. Ho ripreso un po’ a leggere, mi ero arenata un po’ con il Trono di Spade ma alla fine l’ho ripreso e ogni giorno dedico un paio di ore a questa lettura o meglio dire a questo mattone! Non sono appassionata della serie TV ma dei libri si! Della serie ho visto solo la prima che non mi ha entusiasmata molto! Però ecco ora è il periodo giusto per questo libro, con una cioccolata calda vicino, una coperta e il camino … l’atmosfera è perfetta!
  7. Altro libro che sto portando avanti ma che un po’ mi sta deludendo è La Strega di Camilla Läckberg! Le descrizioni mi annoiano parecchio ed è il libro di Camilla che ci ho messo di più a leggere! Peccato!
  8. Con largo anticipo abbiamo fatto l’albero di Natale, erano giorni che sentivo questa voglia di circondarmi di luci e calore natalizio. Ho perso mia madre in questo periodo e per me è molto dura. Odio e amore con questa festa che da quando mamma non c’è più di calore ne è rimasto poco.
  9. Questa settimana ho portato i miei figli a trovare uno dei ragazzi coinvolti nell’incidente. Sarà dura riprendersi…io non so come avrei reagito. I miei figli e amici si pongono queste domande. Se fosse toccato a loro dopo cosa avrebbero fatto? Sarebbero tornati in sella su una moto o avrebbero mollato tutto? Anche se fosse stata la cosa che più desideravano fare? La vita…
  10. Questa settimana c’è stato il Black Friday, inutile dirvi che non ho preso nulla. Ho guardato libri, videogiochi, vestiti…ma nulla. E ora che tutto è finito sicuramente avrò voglia di acquistare. Comunque mi stavo chiedendo da quando esiste questa giornata, mi sembra che da un momento all’altro sia esplosa. Andare in giro in questi giorni è impossibile, almeno per me. Quest’anno sono stata a casa, ma l’anno scorso era un incubo, tutti erano usciti per prendersi qualcosa! Incredibile! Voi siete riusciti a fare qualche acquisto interessante o utile?

Eccomi arrivata alla fine con queste mie condivisioni. Se avete qualcosa anche voi, scrivetemelo nei commenti…mi farà piacere. Come sempre vi lascio le foto perché i link scarseggiano e vi auguro una buona serata!

Colazioni golose poco sane

Crostata salata con lenticchie e patate

Lettura serale

Riposo e coccole

SalvaSalva

10 cose da condividere settimana 46/52

Un po’ in ritardo, anzi molto in ritardo arrivo a condividere le dieci cose in questa settimana “appena” terminata.

  1. Cioccolata calda rigorosamente con la schiuma! Comincia a far freddino qui e il pomeriggio ogni tanto mi concedo una bella tazza di cioccolata per riscaldarmi.
  2. Mi piace il Nord e pian piano sto amando anche le loro lingue  non tanto armoniche ma tanto mi affascinano. Mi sono scritta alcune parole su un foglietto. Tanto per divertimento imparo qualche vocabolo in svedese. 🙂 Hur mår du?
  3. In giardino ci sono ancora diverse rose sbocciate, ne ho fotografata una e presto anche loro se ne andranno lasciando arrivare l’inverno e i suoi spogli rami.
  4. Settimana scorsa vi avevo detto della nuovissima macchina del caffè, ora abbiamo fatto il primo ordine di capsule. Ce ne sono tantissime! Decidere non è stato semplice! Ora che avremo trovato quella che andrà meglio per noi ne passerà di tempo!
  5. Mi sto godendo il gioco di Assassin’s Creed su ps4 e posso ancora dire che mi piace parecchio! Ogni momento libero che ho mi metto a giocare per proseguire nella storia e nell’esplorazione dell’Egitto!
  6. Venerdì dopo anni siamo usciti a mangiare! Siamo stati ne ristorante di un negozio e abbiamo mangiato benissimo! Per me ho trovato del cuscus alle verdure con polpette di ceci e una salsa al pomodoro!
  7. Ogni settimana mi reco in un qualche negozio dell’usato per cercare i libri di Stephen King. Ho trovato Revival e i primi due della serie della Torre Nera.
  8. In cucina nel weekend ho preparato dei pancake un po’ diversi da come li preparo solitamente. Questi invece cuocere nel burro o olio vengono cotti in una miscela fatta di due cucchiai di burro (per me veg),  due cucchiai di zucchero e un cucchiaino di cannella. Si mescola bene fino ad avere una cremina morbida. Invece per quanto riguarda i pancake ho usato una tazza di farina, due cucchiaini di lievito per dolci, un cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di olio vegetale e una tazza di latte vegetale. Ho mescolato frullato il tutto e preparato man mano i pancake, facendoli cuocere nella miscela preparata. Bisognerà far attenzione a non bruciarli, in quanto c’è dentro lo zucchero e la cannella. Io ho tenuto sul fuoco medio, facendo attenzione alla temperatura, sembrerà che è bruciato perché con la cannella la pentola assumerà un colore scuro quasi nero, ma se non farà fumo e il profumo buono potete stare sicuri che stanno cuocendo bene. Sono molto golosi e particolari e la casa sarà invasa di un buon profumo natalizio 🙂
  9. In cucina ho preparato anche tre pani diversi, sempre per il weekend, avevo bisogno di cucinare sabato. Mio figlio ha avuto ancora una convulsione e per far passare l’ansia ho cucinato parecchio. Ho sfornato un pane alle olive, aggiungendo semplicemente all’impasto olive tagliuzzate, poi uno al rosmarino tritato ed infine un pane fatto metà con farina bianca e metà con farina integrale. Di quest’ultimo ne ho fatto uno a spirale e uno mettendo semplicemente due lunghini di impasto uno vicino all’altro. Tutti veramente molto buoni!
  10. Domenica invece si è conclusa con una tragedia sfiorata. Non è bastata la convulsione di mio figlio, ma due amici dei miei figli più grandi hanno avuto un incidente in moto. Alla sera avevo l’ansia che mi faceva bruciare lo stomaco, pensavo di soffocare. I due ragazzi non erano i miei figli ma l’ho presa come se fossero stati i miei. Erano in moto e se penso che fra un po’ anche loro potranno fare la patente mi angoscia parecchio. Ho già capito che non dormirò più cosi bene. Ora capisco molto bene quando mio padre mi sgridava per i pochi minuti di ritardo o anche i tanti!!!

Se dovessi riassumere la settimana con una parola sarebbe: ansia.  Si è stata una settimana difficile ma che ho trovato conforto nel cucinare qualcosa di buono per tutta la famiglia. Ma anche lo scrivere ogni giorno mi aiuta tantissimo, i giorni che per pigrizia o per impossibilità non scrivo alla sera sento un certo peso. Scrivere mi aiuta tantissimo! Invece la lettura in questa settimana è stata poca, di giorno ho avuto pochissimo tempo e alla fine mi sono ritrovata a leggere solamente  poche pagine alla sera.

Ora vi lascio alcune fotografie e vi auguro una buona giornata!

Cioccolata calda

Pane casalingo

Pancake golosi

Pian piano aumentano i libri di King

Il pranzo fuori

Essere genitori: guardare i tuoi figli fare sport “estremi”

Le prime capsule

10 cose da condividere questa settimana 45/52

La settimana  appena passata è decisamente volata, come ovviamente tutte le settimane! Ho cambiato il tema  e layout del blog anche se ancora non sono soddisfatta perché come ho in mente non ci sono per niente riuscita. Solo in minima parte. Sono indecisa su una struttura unica senza nulla nei bordi oppure una con tre colonne. Ovviamente due opposti ma che entrambi nei casi mi piacciono un casino. Ma veniamo subito alle dieci cose che mi piacerebbe condividere con voi!

  1. Avanzo pian piano con la lettura del Trono di Spade, libro terzo. Come saprete non ho visto la serie TV, a parte la prima stagione. Ma devo dire che non mi è piaciuta molto e non so se prendere la continuazione. Per ora la lettura mi appassiona e mi piace perdermi nelle descrizioni di George R.R. Martin. Ad alcuni penso possano dare a noia ma a me suscitano molto interesse e mi aiutano ad entrare nel vivo della storia. Ogni capitolo che leggo, scrivo su un quaderno appunti, trascrivo frasi o semplicemente un brevissimo riassunto di quello che è successo. Non sempre faccio questo “esercizio”, ma conto di farlo più spesso con altre letture.
  2. Ho preso una macchina del caffè a capsule. Volevo condividere la mia gioia con questo gioiellino che ci sta regalando una sfilza di caffè e tante cioccolate calde con tanto di schiuma da far invidia ai miglior bar. Infatti ora, mentre scrivo questo post, mi sto bevendo una bella cioccolata calda, racchiusa in una coperta perché fa freddo!! Benvenuta macchinina del caffè! Voi ce l’avete o usate la Moka?
  3. Da circa una decina di giorni, dopo aver scaricato questa tabella di Austin Kleon, ho deciso di usarla per poter/riuscire fare ciò che amo  di più  e che meno so fare: scrivere. Si mi piace un sacco scrivere ma mi sento così tanto ignorante nel farlo che già solo dirlo me ne vergogno. Comunque per trenta giorni mi sono presa l’impegno di scrivere, minimo mille parole, questo mi viene facile, oggi sono arrivata a duemila! Di qualità questo è un altro conto, ma per ora mi basta scrivere. Ogni giorno una storia nuova, o anche solo il diario di una giornata, settimana. Poi si vedrà…
  4. Il quarto va a braccetto con il terzo, assieme alla tabella di Kleon, sto leggendo l’autobiografia di Stephen King, mi sta aiutando tantissimo con quello che sto facendo, cioè scrivere. È il primo libro di King che sto leggendo ed è anche il primo che leggo non in ordine cronologico, ma ho pensato di partire con questo e poi comincerò con Carrie!
  5. Da circa due mesi abbiamo scoperto che nostro figlio più piccolo ha delle convulsioni notturne, per fortuna per ora non si sono rivelate pericolose o segno di qualche forma di epilessia. Ma questi episodi mi hanno scombussolata tutta, vederlo in quei momenti mi toglie il respiro, mi si raggela il sangue e divento ansiosa. Questo ha cambiato il mio ciclo di sonno, faccio fatica ad addormentarmi e mi sveglio presto e da qui ho iniziato a scrivere, soprattutto i miei pensieri, le mie paure. Ho bisogno di una valvola di sfogo e questo per me è la scrittura. Quando sento che l’ansia mi invade l’unica maniera è scrivere tanto e poi leggere tanto.
  6. Giovedì con il più piccolo siamo stati in biblioteca. Io non dovevo prendere nulla, ma mi sono fatta influenzare e ho preso due quattro libri per ragazzi che però leggerò io. Uno è La città incantata di Sachiko Kashiwaba, sicuramente conoscerete il film cartone animato e l’altro è un libro di bambini che parla di libri. Non potevo non prenderlo: I fantastici Libri Volanti di Mr. Morris Lessmore di William Joyce! È un libro illustrato e sembra essere molto bello. Poi abbiamo preso Gli Sporcelli di Roald Dahl e un libro di domande sull’astronomia. Siamo nel periodo dei perché e sarà meglio essere pronti. Mio figlio ne ha presi pure altri ma ora non ricordo più. Evviva la biblioteca!
  7. Il Natale si avvicina e ho iniziato a scrivere la lista dei regali 🙂 Mi sa che quest’anno tutti si beccheranno un libro! Il brutto sarà scegliergli! Anche chi non legge ho trovato alcuni titoli interessanti. Quasi più da consultazione che romanzi ma trovo che sia un ottimo regalo! Di certo a ma piacerebbe ricevere tanti libri quest’anno! Voi cosa regalerete ai vostri cari?
  8. Di film anche questa settimana non ho guardato nulla, pure le mie serie TV sono ferme. Mi guardo solo ogni tanto Friends che ora sta appassionando pure i miei figli. Il più piccolino mi ha chiesto se esistono veramente! XD
  9. Martedì mattina dopo le mie solite mille parole e più ero talmente felice nell’impresa che cucinare per una volta l’ho trovato rilassante. In due ore ho cucinato il pranzo per i miei figli e poi il nostro. Il martedì noi mangiamo sempre tardi. Per i bambini ho preparato delle crêpes, poi le ho farcite con un po’ di mozzarella e un buon sughetto al pomodoro. Le ho chiuse, piegandole in due e adagiate su una teglia da forno. Sopra le ho ricoperte ancora con un po’ di sugo e una spolverata di formaggio grattugiato. In forno per mezz’ora e il pranzo dei bambini era pronto. Invece per noi, visto che sono vegana ho preparato delle lasagne bianche ai funghi. Per prima cosa ho preparato la besciamella con il latte di soia, poi ho trifolato i funghi in padella. Alla fine ho messo i funghi nella besciamella. Ho composto la lasagne a strati alternati di pasta e funghi. In forno per quaranta minuti o meno e il secondo pranzo prontissimo! Incredibile, a volte sto lì ore e ore a pensare  cosa cucinare e invece martedì in un paio d’ore e zero pensieri ho preparato due piatti, tra l’altro satra-buonissimi e golosissimi!
  10. Stavo pensando al mio posto preferito per leggere anche se non ne ho uno in particolare sinceramente. Mi piace leggere libri impegnativi seduta alla scrivania, o magari quei libri che mi portano a dover scrivere molto. Seduta sul divano davanti (possibilmente) al camino acceso, questo forse è il mio preferito del momento. Alla sera ovviamente leggo direttamente nel letto, ma questo mi porta a leggere poco perché poi ho sonno e fatico a leggere. Voi dove leggete solitamente? Avete un luogo preferito?

Come sempre non sono stata per niente sintetica ma poco mi importa. Ci troviamo già nella nuova settimana e ora corro a leggere un po’. Oggi ho scritto veramente tanto. Fuori soffia un vento fortissimo, dicono che stanotte sarà ancor più forte. Adoro il vento ma mi sa che stasera qualche pianta cadrà. Meglio mettere al riparo un po’ di cose!

Buona settimana a tutti!

La tabella di Kleon, si ho cannato alcuni giorni…ma non mollo!

I libri della biblioteca…almeno alcuni

Lettura e scrittura

Libro in lettura

Macchina del caffè

Crêpes ripiene da infornare

Lasagne ai funghetti da infornare

SalvaSalva

10 cose da condividere questa settimana 44/52

Finalmente torno con le dieci cose da condividere, amo questa nuova rubrica e sto scrivendo solo di questo in queste settimane! Presto tornerò a scrivervi di libri ma al momento sono impegnata su due mattoni, uno il doppio dell’altro. Comunque vi lascio leggere se volete questa lista e se avete qualcosa da condividere scrivetelo, mi farà piacere leggervi.

  1. Ho continuato a guardare Friends  e sono arrivata alla terza stagione. Friends l’ho visto e rivisto diverse volte ma che vi devo dire: mi piace e mi fa ridere!
  2. Mi sono arrivati due libri ordinati su Amazon. Accendi le tue idee di Austin Kleon e Carrie di Stephen King. Il libro di Kleon non è proprio un libro ma un libro da riempire, una specie di diario un po’ come Wreck this Journal di Keri Smith. Ogni pagina ti dice cosa devi fare, tipo: scrivere dieci cose che vorresti imparare, scrivere qualcosa al rovescio, disegnare lo spazio dove lavori, prendere un caffè con qualcuno e poi cercare di riportare ciò che si è detti. Dovrebbe cercare di tirare fuori la creatività che c’è dentro ognuno di noi. L’altro libro invece è il primo libro pubblicato da Stephen King, ancora non l’ho iniziato ma spero al più presto di poterlo leggere.
  3. Ho giocato ad Assassin’s Creed Origin, un videogioco ambientato nell’antico Egitto. Un gioco immenso e penso anche istruttivo o comunque che ti mette una certa curiosità di sapere e di andare a cercare informazioni su questa straordinaria epoca. Ho diversi libri in giro per casa e ora anche i figli si sono interessati e vogliono sapere di più sull’Egitto e se nel gioco c’è Cleopatra! Come poteva non esserci? Io l’ho appena incontrata ma ne sono rimasta delusa, la pensavo diversa nella mia mente! Comunque un gioco molto bello, peccato aver poco tempo per poterci giocare.
  4. Dopo piÙ di cinquanta giorni è tornata la pioggia, spero non finirà presto. Ho sofferto molto la mancanza di acqua, ogni sera avevo gli occhi che pizzicavano e non sopporto mettere le gocce, anzi non me le faccio mettere proprio…per me è un incubo. Quando ti dicono: stai ferma e apri gli occhi faccio tutto il contrario…e poi rinunciano.
  5. Ho scoperto su instagram la routine di Camilla Läckberg, scrittrice svedese della serie con protagonisti Patrik e Erika, ve ne ho già parlato tanto e da un po’ mi è presa la mania di scoprire tutto su tutti i miei scrittori preferiti. Come lavorano, quando, se usano il computer, se lavorano tutti i giorni, ecc…in rete si trova soprattutto su autori che ora non ci sono piÙ ma di quelli moderni si sa poco o almeno io ne so poco. Se sapete di qualche libro in proposito o autobiografie interessanti fatemi sapere. Grazie 🙂 Ah vi stavo dicendo di Camilla, allora lei fa colazione e dopo scrive per tre ore, poi legge e pranza. Dopo pranzo scrive per altre quattro ore. Questa è la sua routine e ora ha appena iniziato a scrivere un nuovo romanzo!
  6.  Da ignorante come sono ho appena saputo dell’esistenza del parco più antico del mondo? Forse del mondo non so però comunque ho scoperto il parco nazionale di Yellowstone. Un parco che si trova nello Stato del Wyoming. Per chi magari ha giocato ad Horizon Zero Down piacerà sapere che i creatori del gioco si sono ispirati a questo meraviglioso parco per realizzare l’espansione di Horizon The Frozen Wilds. Unica espansione che ci sarà per questo gioco. Non è ancora uscita ma sicuramente la prenderò, visto che ho amato zero down non potrò mancare di giocarci. Comunque questo parco è il più antico, risale al 1872 e io con la paura di volare che ho non penso che riuscirò mai a visitarlo. Voi ci siete stati?
  7. Austin Kleon, si vero sto un po’ in fissa in questo periodo ma comunque ha scritto un post con cui condivideva un file da scaricare. Se volete fare una certa cosa ma vi manca la costanza questo metodo magari potrebbe fare per voi. Una tabella con scritti i giorni di un intero mese e lo spazio per scrivere quello che vorresti fare. Ogni giorno dedicate tempo a ciò che volete fare, io per esempio è scrivere. Una volta eseguito ciò che vi siete prefissati marcate con una X sopra il giorno e man mano vedrete che il visualizzare la tabella riempita con le vostre croci vi metterà la voglia di continuare perché noterete i progressi. Poi finiti i trenta giorni concedetevi un regalo. Io sono al terzo giorno, proprio all’inizio ma come metodo mi piace. Non so ancora cosa concedermi alla fine della “prova”, forse una nuova penna, nuovi quaderni, insomma materiale da cancelleria! Adoro!
  8. Basta poco per far felice un bambino, questa settimana ho disegnato un po’ con lui, cioè lui disegnava e poi insieme coloravamo i disegni fatti da lui. Mi sono accorta che siamo nel periodo dei robot, alieni, lampadine che diventano mostri, tv che diventano mostri e così via. Non oso immaginare cosa mi direbbe qualcuno che legge i disegni dei bambini. Ma io trovo bello che abbiano questa grande immaginazione e che in una certa maniera buttino fuori come meglio possono i loro demoni, le loro paure. Non sa ancora scrivere e magari questo è un mezzo di comunicazione o solamente di sfogo. Ho chiesto cosa vorrebbe fare da grande il più piccolo e mi ha risposto: il maestro o lo scrittore. Anche se per ora gli viene da dire cristone invece che scrittore XD
  9. Prezzi esorbitanti per alcuni libri. Ho iniziato come ben sapete a recuperare un po’ di libri di Stephen King e ora che sono in possesso dei primi tre (e altri sparsi) ho pensato di cercare tutti quelli che mi mancano in una wishlist separata su Amazon, ho trovato due libri con un prezzo esorbitante (uno sopra i cento euro). Sono Unico indizio la luna piena e Cose preziose. Due libri che non ho trovato nuovi (si del secondo trovato!). Mi chiedevo se erano truffe oppure libri da collezione. Non ne so nulla e mi piacerebbe sapere come si fa a capire quando è una truffa o no. Dove trovare notizie su un certo libro. Voi ne sapete qualcosa?
  10. Qualche anno fa ho letto per un certo periodo un libro al giorno, avevo bisogno di sfuggire dalla realtà che mi stava pian piano consumando. Stavo male e tutto sembra che mi stesse sbriciolando nelle mani, la mia vita che avevo costruito fino ad allora sembrava andare in frantumi, tutto non aveva più senso…ero arrivata ad un vero stato di ansia. La lettura mi ha salvata e mi ha curata, poter vivere molte avventure mi ha permesso di far luce dentro di me. Qui potete trovare la recensione del primo libro letto in un giorno, Amabili resti, un libro triste ma molto bello. Tra l’altro hanno fatto pure un bel film! Per me leggere è anche un po’ guarire di qualche male che a volte ci affligge.

Ecco è stata dura fare questa lista e ancora una volta non sono riuscita ad essere spiccia. La settimana è passata e domani ne inizierà un’altra e siamo già a novembre! Presto scriverò i post dei libri di ottobre e dei preferiti! Vi auguro una buona domenica e un buon inizio di settimana! A presto!



SalvaSalva