I libri del mese AGOSTO

Pochissime letture, quasi me ne vergogno! Letto solo due libri! Non capisco se è stato per mancanza di ispirazione, agosto un po’ così, poco tempo, poca voglia, libri non interessanti, ecc… praticamente ho letto un libro ad inizio agosto e uno alla fine! Due letture, una bella e l’altra un po’ meno!  Spero con settembre di ritornare  a leggere un po’ di più! Ma ora vediamo in brevità queste due letture di agosto!

  1. Il domatore di leoni di Camilla Läckberg 5/5
  2. Il ragazzo nuovo di Tracy Chevalier  2/5

 

Il domatore di leoni di Camilla Läckberg letto ad inizio mese, il decimo libro con protagonisti la coppia Erika e Patrick che insieme risolveranno casi sempre più strani e macabri! Leggere i libri di Camilla mi porta sempre a vivere molto da vicino quei luoghi così lontani, ma la sua scrittura riesce sempre a catturarmi e spedirmi direttamente al nord! Se amate i gialli svedesi vi consiglio di leggere questa serie!

 

Il ragazzo nuovo di Tracy Chevalier, ho sempre dato pieno voto o quasi ai suoi libri, ma questo non mi è piaciuto, molto lontano da quello che solitamente scrive. Forse non l’ho capito bene, non conoscendo bene l’Otello tutto è rimasto piatto e anche poco esaustivo!

 

 

 

Ecco queste sono state le mie lettura in quel di agosto, un mese che prometteva bene ma poi tutto è sfumato, sarà stato dalle troppe aspettative che avevo e la poca voglia poi di metterle in pratica. Ora pian piano mi sto rimettendo bene per quanto riguarda la lettura, ho ricominciato a leggere due libri, uno alla sera prima di dormire e uno da leggere durante il giorno. Mi piace avere due o più libri aperti, mi permette se per caso un libro non mi prende molto di continuare e finire subito l’altro, ora ho due libri che mi stanno piacendo entrambi molto e non farò fatica a terminarli.

Vi auguro un piacevole fine di pomeriggio, qui pioviggina e fa freschino un bel tempo per leggere o scrivere. A presto.

 

 

Annunci

I libri del mese LUGLIO

Finalmente riesco a scrivere questo post delle letture del mese di luglio! Pensavo di aver letto poco e invece ho potuto leggere ben cinque libri, tra cui una graphic novel. In estate penso sempre di poter leggere tantissimo e invece mi ritrovo a leggere molto di meno, non so perché ma ci penso sempre! Non vedo l’ora di settembre, riaprirà la biblioteca e l’autunno mi porterà a leggere molto di più! Ma ora vi lascio con il riassunto dei libri che ho letto!

  1. I frutti del vento di Tracy Chevalier 3/5
  2. Quello che ti meriti di Anne Holt 5/5
  3. Lo straordinario mondo di Ava Lavender di Leslye Walton 5/5
  4. L’ultima fuggitiva di Tracy Chevalier 5/5
  5. Reverie di Golo Zhao 5/5

I frutti del vento di Tracy Chevalier L’unico libro di Tracy Chevalier che non mi sia piaciuto poi così tanto, potete leggere la mia personale recensione QUI. La copertina comunque è stupenda!

 

 

Quello che ti meriti di Anne Holt Il primo di una serie, io per ora ho letto solo questo e mi è piaciuto tantissimo, ho ordinato da amazon il secondo che devo ancora iniziare. Un thriller investigativo nordico di un’autrice che ancora non conoscevo ma che pare essere così famosa! Voi la conoscete? Se vi interessa potete leggere la mia recensione QUI.

 

Lo straordinario mondo di Ava Lavenderdi Leslye Walton Un libro per ragazzi/e ma che ho amato tantissimo! Una storia incantevole! Ero molto scettica prima di leggerlo, infatti ce l’avevo in libreria da diverso tempo e invece si è rivelata una lettura piacevole. Mi ha ricordato un po’ Chocolat! Per saperne di più andate a leggere QUI.

L’ultima fuggitiva di Tracy Chevalier romanzo storico veramente bello di cui mi sono persino innamorata dei personaggi “cattivi”, anzi ogni personaggio era così ben descritto che ancora ora che son passati diversi giorni ho ancora in mente. Ve lo consiglio se amate il genere! Potete trovare la mia recensione QUI .

 

 

Reverie di Golo Zhao Ultima lettura di questo mese, ho terminato con una Graphic Novel, la mia seconda in assoluto! Reverie è poesia, i disegni sono stupendi e la storia è veramente carina! Un giovane scrittore alla ricerca del sua voce narrativa. La mia recensione la potrete leggere QUI , scritta qualche giorno fa!

 

Ecco queste sono state le mie letture e ora sono curiosa di sapere cosa avete letto a luglio! Io ho appena terminato una lettura molto bella e ora sono alcuni giorni che non mi so decidere su quale lettura iniziare!

Vi auguro un buon pomeriggio e a resentirci ad un prossimo post! Arriverà presto quello dei preferiti!

SalvaSalva

SalvaSalva

I libri del mese GIUGNO

 

Eccoci con le letture in questo mese di fine primavera e inizio estate. Amo tutte le stagioni, ma essendo nata sotto il sole di agosto, l’estate mi piace, il caldo, il sole, i bagni in piscina e al fiume. Comunque in questo mese di giugno ho letto diversi libri che alla fine mi sono piaciuti parecchio. Non sto più leggendo tanto come a inizio anno, dove leggevo otto-nove libri, ma ho iniziato a leggere un po’ più con lentezza, senza avere traguardi di numeri, ma scegliendo bene le mie letture e chiedendomi bene cosa voglia leggere o cosa mi sento o bisogno di leggere. Ho tanta voglia di acquistare libri su Amazon, ma il mio portamonete in questo periodo piange e mi limito di aggiornare la lista (infinita) con nuovi o togliendo quelli che non mi interessa più leggere o quei libri trovati per pura fortuna in negozi di seconda mano o in biblioteca. Ogni settimana,  mi reco in biblioteca, ma ultimamente sento il bisogno di sottolineare frasi, aggiungere note, ecc…e con quelli della biblio non posso farlo! Tutte le letture di questo mese sono libri per l’appunto presi in biblioteca, anche se solo con Il trono avrei voluto sottolineare alcuni passaggi. Ma ora vi lascio le recensioni in “pillole” delle mie letture!

 

Le letture in questo mese di giugno sono state:

L’ospite di Stepenie Meyer 5/5

Il trono di spade Il regno dei lupi-La regina dei draghi di George R.R. Martin 5/5

La vita che si ama di Roberto Vecchioni 3/5

Stoner di John Williams 5/5

Avventure nel Bosco 20 storie con radici… di Elena Accati 5/5

L’ospite di Stepenie Meyer mi ha preso tantissimo, l’inizio è stato un po’ difficile, non capivo chi era chi, come erano fatti questi alieni, ecc…ma forse non sono stata molto attenta io, l’ho iniziato senza aspettarmi chissà cosa e invece dopo una cinquantina di pagine ho iniziato ad adorarlo e a cominciare a vedere l’ambiente, i personaggi. Non dico meglio o peggio di Twilight, anche perché non mi piace fare paragoni, ma se ancora non l’avete letto, leggetelo! Ne vale la pena! Qualche giorno fa ho visto pure il film, ma sinceramente non mi è piaciuto tantissimo, anche se fatto bene preferisco di gran lunga il libro! Brava la Meyer! Ma oltre Life and Death e la saga di Twilight c’è qualche altro libro che ha scritto? Ah la recensione un po’ più profonda la potrete trovare QUI.

 

Il trono di spade Il regno dei lupi-La regina dei draghi di George R. R. Martin Giugno è iniziato con dei bei libri e questo è stato sicuramente uno! Ho dovuto leggere questo libro nel giro di un mese, perché poi dovevo restituirlo in biblioteca perché era stato riservato da qualcuno! Nonostante le sue 900 e passa pagine, dopo le prime (che sono sempre le più difficili) pagine, la lettura è filata velocemente, anche perché più che andavo avanti e più volevo sapere come andava a finire, arrivata verso la fine, già capivo che per alcune cose, il finale non l’avrei saputo fino l’inizio del terzo. Martin riesce a tenerti con il fiato sospeso, ricco di colpi di scena, come già vi dicevo nella recensione del PRIMO volume, in questo secondo ne troviamo molte di più, la guerra è iniziata e regna il caos, morte, tradimenti. Oramai ci sono dentro e non vedo l’ora di poter continuare a leggere il seguito. Vi dico un altra cosa, io non amo le guerre o i libri di guerra, non sono appassionata del genere fantasy, i grandi libri mi spaventano…ma mi è piaciuto parecchio. Cinque stelline su Goodreads e ora sono in trepidante attesa! Il telefilm ancora non l’ho iniziato, forse a fine del quinto o sesto libro inizierò a vederlo, perché poi so già che mio marito non avrà la pazienza di aspettare ogni volta che termino un libro! La recensione di questo secondo volume la potrete trovare QUI  e forse anche cliccando sulla foto.

 

La vita che si amaStorie di felicità di Roberto Vecchioni Amo la sua musica, ma questo suo libro non mi ha lasciato tanto, tre stelline su Goodreads, l’inizio è stato lento, poi la lettura ha cominciato scorrere e in alcuni punti mi ha fatto pure sorridere! È il primo libro di Vecchioni che leggo, lui mi piace e sicuramente leggerò altri libri scritti da lui. La vita che si ama sono una serie di piccoli racconti, fatti accaduti nella vita di Vecchioni, fatti iniziati con “tragedie” per poi toccare la felicità. Un po’ tutto a spezzoni, peccato, un racconto che inizia per poi finire subito e l’inizio di uno nuovo e così via…piccole pillole. Il libro si legge in un paio di giorni ma anche in una giornata. Conta poche pagine e anche se io non l’ho amato tantissimo, vi consiglio ugualmente la sua lettura. Non ne ho fatto una recensione perché non sentivo molto da dire…

 

Stoner di John Williams, ho amato tantissimo questo libro! Ne ho scritto una piccola recensione e potrete trovarla qui, ora sono alla ricerca dei suoi altri libri! Un romanzo corto ma che racconta la vita intera di un uomo, un uomo qualsiasi, una vita qualsiasi, ma come per magia riesce a renderla così toccante, riesce a farne un romanzo unico!

 

Avventure nel Bosco 20 storie con radici di Elena Accati questa è stata una rilettura, era da tempo che mi dicevo che avrei dovuto rileggerlo e finalmente ora ci sono riuscita! Un libro per tutti e un libro da tenere in casa, se siete amanti della natura e degli animali o se volete scoprire un po’ di più sul bosco e la natura!

Se mi avete letta fino a qui, vi ringrazio moltissimo, come sempre mi fanno molto piacere i vostri commenti. La storia di Youtube la sto tirando per le lunghe, faccio prove su prove ma mi vedo sempre da schifo. La mia voce è bassa e boh…però ci sto provando! Ho anche fatto alcuni gameplay parlati ma non so perché non riesco a caricarli, uso iMovie ma devo ancora imparare bene. Mi parte il caricamento, ci mette un’eternità per poi dirmi: caricamento non riuscito! 😦 Ovviamente appena ci riuscirò a caricare un video sui libri o sui gameplay ne parlerò sicuramente anche qui.

 

In questi giorni ho  messo un po’ in ordine i libri che ho in camera da letto, magari vi lascerò qualche foto in un altro post più avanti, non si sa mai che scoviate qualche libro stupendo che ancora io non l’ho iniziato! La sete di nuovi libri è forte e a volte un libro bello, stupendo lo si ha sotto gli occhi tutti i giorni senza vederlo veramente.

Ultima cosa poi chiudo con questo post (mi divago sempre tantissimo!!!) ho iniziato a leggere in inglese, dopo anni che me lo dico e che acquisto libri in inglese senza iniziarli veramente ho deciso che era ora. Il mio livello è zero, cioè non l’ho mai studiato a scuola, non ho mai fatto corsi, ma quello che so è solo grazie alle mie passioni (libri, cucina, cucito, maglia) che mi portano a seguire canali o blog in lingua inglese. Ho guardato video che spiegavano come iniziare un libro in inglese, da chi diceva di iniziare con letture semplici, anche con libri per bambini e altri invece di iniziare con un libro che si abbia voglia di leggere, che ci appassioni, non importa se sia facile o no, l’importante è avere l’entusiasmo. Ho seguito vari consigli, ma poi ho sempre abbandonato, una volta iniziavo un libro sottolineando ogni parola che non conoscevo, ma dopo due pagine ero già stufa! Ma in queste settimane ho avuto una specie di illuminazione, grazie ad una lettera che ho dovuto leggere. Ho iniziato la lettura di questa lettera e mi sono accorta che riuscivo a capire alcune cose, non vocaboli, ma il senso di una frase senza per forza sapere la definizione di alcuni vocaboli, ho iniziato a cercare i verbi, di studiarmeli (almeno i più importanti, i più usati) e così pian piano a fine lettera ero riuscita a capirla, cercando pochissimi vocaboli, sottolineando quelle che più apparivano, pensando tra me e me al significato e sopratutto distinguendo i verbi, aggettivi, nomi, ecc…penso che quello sia importante, la grammatica, saper almeno distinguere i verbi e il resto, poi i vocaboli vengono da se, nel senso che si cercano e poi ma mano che li ritroviamo i vocaboli si imparano. Dopo la lettera (e forse era meglio creare un post a parte su questo argomento, vabbè) ho ripreso in mano un libro che presi anni fa, Harry Potter e la pietra filosofale, avendo già letto l’intera saga, avendo già guardato varie volte i film, mi sono accorta di capire benissimo la storia, ma qui mi sorge il dubbio: ma sarà perché so già a memoria la storia o perché sto iniziando a capire qualcosa? Questo metodo di lettura in inglese sarà valido? Imparerò qualcosa? Oppure è meglio iniziare una lettura che non si conosca? Termino qui questo lunghissimo post, ma forse sarà meglio che ne scriva uno dedicato solo alle letture in inglese e sul mio avanzamento (si spera), tanto per tenere un filo e vedere se i “metodi” che uso funzionino. Da noi in Svizzera l’inglese è diventato obbligatoria solo da pochi anni, e comunque solo dalla terza media. Prima era facoltativo e la solo lingua che noi iniziamo dalle elementari è il francese, per poi continuare con il tedesco alle medie! Ovviamente obbligatori, ma ora hanno tolto dalla terza media il francese obbligatorio sostituendolo con l’inglese. Chi vuole comunque può continuare fino la quarta anche con il francese. Ora chiudoooo :-))))

Vi auguro un felice luglio, ricco di letture e di tutte le cose che vi portino felicità!

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

I libri del mese APRILE/MAGGIO

Mi sono accorta di non aver pubblicato le letture del mese, invece di fare due post, metto aprile e maggio in un unico, anche perché non sono state tante le letture, a volte non so cosa leggere e mentre aspetto il tempo vola e di letture poche poche. Ma devo dire che ho iniziato una serie abbastanza pesante, nel senso abbastanza lunga e sto mettendo le mie energie tutte lì, non è pesante che non mi piace ma diciamo che è lungo! Sto parlando naturalmente del Trono di Spade! Il secondo che sto leggendo ora sono ben 900 pagine circa e non sono ancora abituata a leggere libri così grandi 🙂 A parte questo cominciamo con il resoconto di questi mesi, un po’ scarsi in fatto di letture.
Il trono di spade “Il grande inverno” di George R.R. Martin Ho scelto questo libro puramente a caso, l’ho visto sul tavolo in biblioteca che mi guardava, e poi penso di essermi confusa con Il trono di ghiaccio che mi sarebbe piaciuto leggere, ma poi arrivata a casa ho iniziato a leggerlo, anzi prima lessi una recensione molto positiva su Goodreads che mi ha dato la giusta carica per iniziarlo, mi sono presa un quaderno e matita e ogni nome, luogo, fatto, me lo annotavo, un libro così grande e immenso non l’avevo mai letto e non sapevo bene come iniziare, non volevo leggere e non capirci nulla. Anche perché non sapevo nemmeno della serie TV, così famosa e che proprio io non conoscevo! Comunque ho adorato Il trono di spade, la storia per nulla noiosa mi ha tenuta incollata a tutte le pagine anche perché è ricco di colpi di scena 🙂 Trovata la mia piccola recensione qui sul blog! Ora sono alle prese con il secondo!

 

La ragazza che viene dal passato di Simone Van der Vlugt Anche di questo dovreste trovare una piccola recensione, è passato un po’ di tempo quando lo lessi e non mi è rimasto molto in testa per riparlarvene. Cliccate sul link nel titolo del libro. 🙂

 

L’amica geniale (abbandonato) di Elena Ferrante di questa lettura c’è poco da dire anche perché l’ho abbandonata dopo poche pagine (un centinaio), ho sentito parlare tanto in bene di questa trilogia ma a me proprio non piaceva, la scrittura, la storia, troppo lontana da me, non provavo nessun interesse, ho iniziato ad odiare i personaggi, tutto…non amo abbandonare i libri ma mi stava angosciando e ho deciso di lasciarlo stare e di riprenderlo più in là (forse con gli anni). Voi l’avete letto? Vi è piaciuto?

 

L’estranea di Patrick Mc Grath ho adorato questo libro, adoro la scrittura di Mc Grath, dopo Follia non ho pensato che fosse di meno come lessi alcune recensioni! Non so perché mi sento molto legata a questo scrittore, le sue storie così psicologiche mi affascinano parecchio. Ora non vedo l’ora di leggere altro di questo scrittore.

 

Ecco queste sono state le letture iniziate e terminate in questi due mesi, ho comunque letto altro, ma sono libri che leggo pian piano che appena li avrò terminati ve ne parlerò, anche se con uno ho già scritto qualcosa qui.

La scuola sta terminando, qua in Svizzera finiranno il 14 di giugno e sono giorni un po’ di fuoco pieni di feste, tornei e altre cose da fare e pensare. Il tempo è poco per leggere ma in questi due giorni sono andata avanti con il secondo de Il trono di spade e con L’ospite della Meyer, l’inizio è stato un po’ complicato, non riuscivo bene a inquadrare la situazione, chi erano gli alieni, cosa facevano, dov’erano finiti gli umani, ma man mano che la storia va avanti si fa più chiara e si comincia ad amarla, ora sono arrivata ad un punto dove ho voglia di finirlo per sapere come andrà ma anche dall’altra parte non ho voglia di continuarlo perché ho paura che non vada come voglia io e che il libro finisca e un’altra storia se ne vada e i personaggi che ora mi ci sono affezionata e faccio il tifo mi lascino una volta terminata la lettura. Ho adorato Twilight sia il libro che il film, nonostante non sia più in età adolescenziale e anche questo L’ospite è veramente bello! Brava la Meyer! Ditemi che c’è il film di questo libro XD

Finisco con questo post delle letture e ora sono curiosa di sapere cosa avete letto di bello in questi mesi. Io per questa estate ho diverse letture che mi piacerebbe leggere, come i tre libri presi in biblioteca di Doris Lessing (Il diario di Jane Somers, Se gioventù sapesse e Sotto la pelle). Anche un libro di Brizzi Se mi vuoi bene, scelto a caso leggendo la descrizione sul retro, ma ho anche tanti libri presi in un negozio di seconda mano di nome Emmaus.

Buona estate a tutti voi 🙂

 

I libri del mese MARZO

FINALMENTE riesco a scrivere questo post! Ogni giorno mi scrivevo sull’agenda: scrivere post libri marzo! E mai una volta che riuscivo! A marzo non ho letto tantissimi libri, ho iniziato un libro abbastanza lungo che ancora sto leggendo e probabilmente (spero) ve ne parlerò nei libri di aprile. È iniziata la primavera, pensavo fosse per me una bella stagione, invece ho fatto fatica ad ingranare in questo mese. A marzo ho abbassato la challenge dei libri a 50 su goodreads, perché cominciava a darmi ansia e infatti ho avuto un calo di lettura in questo inizio di primavera, leggere per me è importante e dev’essere piacevole, e la challenge 100 libri da leggere in un anno cominciava a darmi i numeri, mi dicevo se volevo starci dentro avrei dovuto leggere almeno 8-9 libri al mese e a volte può succedere di leggerne così tanti ma voglio dedicarmi alla lettura in profondità, non scegliere libri che son corti solo perché così si riesce a far numero. Voglio entrare in profondità nella lettura, sottolineare, trascrivere passaggi, fermarmi a pensare e immaginare quello che sto leggendo; non andare veloce solo per finirlo. Ho bisogno di godermi ogni singola lettura, lunga o corta, pesante o leggera.  Ma ora passiamo ai pochi libri letti a marzo

  1. Il drago di ghiaccio di George R.R. Martin 3/5 (ps: non trovo una foto!)
  2. La favolosa (doppia) vita di Isabel Bookbinder di Holly McQueen 1/5
  3. Petite di Geneviève Brisac 5/5
  4. Follia di Patrick McGrath 5/5

Come potete vedere le letture di questo mese non sono state molto entusiasmanti, l’unica che veramente mi ha preso tantissimo è stata quella di Patrick McGrath, un romanzo duro, opprimente, devastante…un libro che non pensavo mi potesse piacere, ma la scrittura di Patrick McGrath mi ha trascinata dentro nella sua storia, nella mente dei personaggi. Veramente stupendo!

Il drago di ghiaccio è stata la prima lettura del mese, l’ho letto come storia della buonanotte ai miei figli, ma devo dire che mi ha annoiata, non vedevo l’ora che finisse, pensavo almeno che si salvasse sul finale e invece proprio non mi è andato giù. Ai miei figli invece è piaciuto parecchio :-)) (6 e 11 anni).

 

La favolosa (doppia) vita di Isabel Bookbinder, storia troppo surreale, o meglio dire personaggio troppo di troppo, impossibile che esista una persona così stupida, l’ho odiata, anche se in alcuni passaggi mi ha fatto morire dal ridere ma sono proprio due pagine in tutto il libro! Libro stupido a mio parere…mi spiace criticarlo così…ma proprio più di una stellina non posso dargli!

 

Petite, è stata una pugnalata al cuore ad ogni pagina ad ogni parola, l’ho letto tutto d’un fiato provando dolore per questa bambina, una bambina che potrebbe essere ognuna di noi, una bambina che cerca solamente di essere vista ma nessuno nota la sua voglia di essere vista. Ogni parola mi richiamava, mi ricordava di quando ero una bambina e cercavo le attenzioni, cercavo di essere vista, ma solo poche persone riescono a vederti dentro e così che inizia il declino, il volersi far male, cercando di attirare l’attenzione ma piÙ si va avanti piÙ le persone si allontanano. Perché fanno così? Perché non vedono che stai male? Perché non sentono le tue grida silenziose?

 

Follia,  lettura formidabile, una lettura densa, che mi ha fatto piangere, emozionare, una storia che ti entra dentro nell’animo perché riesce a smuovere qualcosa. Un racconto assurdo, folle, impossibile…ma la mente umana fa brutti scherzi, a volte folli, ci fa fare cose pazze ma che dentro di noi sentiamo di dover far così, anche se sappiamo che non è la cosa giusta. La storia è raccontata da un psicologo (in terza persona?) e racconta di questa donna (sposata con un’altro psicologo) che si innamora di uno pazzo criminale che per gelosia aveva ucciso la moglie pensando che lo tradisse. Diciamo che ho perso la testa per questo psicologo, me ne sono innamorata, lui vedeva tutto, lei, il detenuto, il marito di lei, i suoi pensieri, quelli dei suoi pazienti, riusciva entrare nella mente, ricercare la verità, la pazzia, tutto e ho sentito fin da subito che lui fosse innamorato di questa donna, ho pianto. Non voglio svelarvi nulla di questa storia, dovete leggerlo ma dovete anche prepararvi per affrontare una lettura così densa o folle!

 

Ecco sono giunta alla fine, mi è dispiaciuto non aver parlato meglio di Follia e di Petite in un post a parte, perché meritano tantissimo! Aprile è giunto quasi a metà mese e io voglio finire assolutamente alcune letture iniziate non ancora terminate. Ho caos dentro e fuori di me. Devo fare ordine in una qualche maniera.