10 cose da condividere settimana 23/52

Bene, oggi doppio post, ma solamente perché scrivendo il primo dopo tanto tempo ho pensato alle varie rubriche e sopratutto a questa qui del venerdì, poi mi sono resa conto che oggi era venerdì e mi sono messa subito a scriverlo! Dieci cose di questa settimana, preferiti o momenti passati e vissuti. Spero che con questi due post trovi la costanza anche di scrivere qui sul blog! Buona lettura 🙂

 

img_6945-1.jpg

  1. Adoro i papaveri! Sono fiori che mi ricordano la mia infanzia, sono tra l’altro, assieme alle cosmee i fiori che  preferisco!  Voi avete un fiore che vi sta a cuore?

img_68592. Il gelato preferito del momento è lui! Al cocco e piña colada! Una vera bontà per assaporare in anticipo un po’ di estate!

img_6799

3. Cibo preferito della settimana sono stati sicuramente questi spaghetti improvvisati! Semplicissimi ma gustosissimi. Ho soffritto un po’ di aglio e una volta dorato l’ho tolto e aggiunto ancora un po’ di olio evo per friggere un po’ la salvia fino a farla diventare croccante. Una volta cotte le ho stese su un po’ di carta da cucina. La pasta una volta al dente, si scola e la si mette nella pentola con l’olio e si aggiunge la salvia e se volete l’aglio! A volte le cose più semplici sono le più buone!

img_6805

4. Credo che uno dei momenti più belli della giornata sia la mattina presto, appena sveglia sento gli uccellini cantare, il fiumiciattolo scorrere e mi ricordo di dover uscire dalle coperte che mi aspettano le tre pagine da scrivere, assieme ad una bella tazza di caffè con tanto di schiuma.

 

img_6813

5. Adoro restare al sole a leggere anche se al pomeriggio poi mi prende un po’ di  sonno e mi ritiro presto all’ombra! Ma era per condividere la lettura di questi giorni, un libro di Margaret Atwood di cui ho già letto un libro e questo mi pareva di averlo letto ma invece avevo visto il telefilm su Netflix! Tra l’altro ve lo consiglio, io l’ho visto non sapendo del libro! Ma ora mi sto gustando questa piacevole lettura!

 

img_6892

6. In questa settimana abbiamo messo la piscina! Ma ancora ci devo entrare…oramai il tempo passa dal sole alla pioggia in un battibaleno!

img_6861

7. Videogiochi! Si continuo come sempre a giocare nei ritagli di tempo! Ora sto giocando a God of War, un gioco che inizialmente non mi stava piacendo ma poi me ne sono innamorata che ora non vedo l’ora di poterci rigiocare! Credo di essere arrivata a circa metà della storia. Sono alla ricerca della runa nera e qui in foto avevo appena sconfitto un drago! Il personaggio principale è Kratos e insieme a suo figlio partono per un viaggio verso la cima più alta del posto per poter spargere le ceneri della moglie. Non ho giocato ai primi e un po’ mi spiace, spero di poterli recuperare. Ovviamente durante il viaggio incontreranno vari nemici e faranno diverse scoperte, si chiederanno come mai la moglie una volta morta voleva farsi portare su in quella cima…mah…scoprirò ben presto cosa accadrà! Adoro questi mondi fantastici popolati da diversi Dei!

 

img_6909

8. La fotografia di questa settimana più bella è senz’altro questa. Dietro a questa finestra c’è la cucina! Adoro le finestre! E quest’anno mi sono data al giardinaggio piantando fiori un po’ ovunque!

 

img_6904

9. Parlando di giardinaggio…i miei pomodori che aspettano un posto nell’orto. Alcuni li ho già messi da un po’ ma ora mi rimangono ancora diverse piantine da trapiantare come pure alcune piantine di melanzane e altre verdure! Quest’anno ce la farò a raccogliere qualcosa…almeno spero!

 

IMG_0126

10. Libri presi in biblioteca, ieri era l’ultimo giorno prima delle vacanze perché poi fino a settembre sarà chiusa! Con questa foto mi sono ricordata di una rubrica che volevo iniziare, i libri presi in biblio! Allora ho ripreso Il trono di spade perché l’avevo preso un po’ di tempo fa poi non ero ispirata ad iniziarlo, speriamo che ora riuscirò! Poi un libro, credo l’ultimo scritto da Patrick McGrath La guardarobiera, adoro la scrittura di McGrath e spero che il libro sarà bello! La tempesta alla porta l’ho scelto a caso leggendo la didascalia, dicono di un opera d’arte ma vedremo poi! Thornhill è un libro fatto quasi piÙ ad immagini che scritto, no non è in stile fumetto ma sicuramente farò un post a parte, non l’ho ancora letto ma guardando alcune immagini mi ha già catturata parecchio! L’ultima lettera d’amore di Jojo Moyes non ho idea di come sia ma sentivo il bisogno di leggere un romanzo un po’ romantico (non è da me ma pazienza). Ditelo a Sofia, un libro di Magda Szabó, scrittrice famosa ma di cui non ho mai letto nulla! Poi come libro forse un po’ mattone è di Faber con Il petalo cremisi e il bianco, la bibliotecaria mi ha già detto che è pesante, ma anche qui vedremo! Voi conoscete questo autore? Ecco queste sono le letture che ho racimolato per questa estate! Voi costa state leggendo o cosa leggerete sotto l’ombrellone questa estate?

 

Ecco finito anche questo post dedicato alle dieci cose! Scritto un po’ velocemente ma almeno mi ha preso la voglia di scrivere qui sul blog!  Ora vado a cena e vi auguro una splendida serata!

 

 

 

SalvaSalva

Annunci

#augustbreak2017 day 3 ROSES

Non sono riuscita a postare ieri perché era il mio compleanno e sono stata un po' lontana dal telefonino! Ieri ho fotografato questa rosa rossa dal giardino di casa mia. Girando per il giardino mi sono accorta di quanto lavoro mi aspetti nel orto. Le erbacce si sono fatte strada, ho ancora da seminare i ravanelli/rape nere che mi sono promessa di far crescere, la zucca sembrerebbe patire il caldo e ha bisogno più acqua, insomma tanto lavoro ma dovrei ricominciare a mettere la sveglia alle cinque perché ora è già caldo per lavorare fuori!
Vi auguro una buona giornata
Tornerò presto con altri post!

Ritornare

Ritornare a scrivere è dura, sopratutto quando quello che avevo in mente di fare è andato un po’ a rotoli. Un libro al giorno non ci sta più, pensavo di fare una pausa a dicembre ma è stata la mia rovina, ricominciare è dura. Era così naturale per me leggere un libro ogni giorno ora mi pesa leggere due pagine, non so cosa sia capitato, forse ora mi sono prefissata altre priorità o non ne sento più il bisogno di leggere così tanto. Comunque la mia passione per la lettura resta, e tornerò sicuramente a parlare di libri ma anche di altro.

Ripensavo un po’ alla follia di aver cancellato tutti i miei vecchi blog; sono emotiva, quando mi incavolo, divento triste o per qualunque cosa mi prenda reagisco facendo qualcosa di drastico. Tagliandomi i capelli, cancellando i miei blog; dando dei tagli netti, come se il fatto rimettesse a posto quello che non va. Poi ci si pente e si torna di nuovo in depressione. Fino a quando di cose da tagliare non ce ne sono più.

Poi bisogna tirarsi insieme, non lasciarsi andare e ricominciare.

Penso alle cose belle che mi sono capitate in questi giorni e subito mi ritorna la speranza, la vita può essere di nuovo bella e serena.

 

IMG_3858

Questa è Luna, una gatta desiderosa di coccole e di tanto affetto. Appena entrata a far parte della nostra vita.

IMG_3825

Una torta di mele vegan e senza glutine che a mia sorpresa è riuscita buona buona.

IMG_3721

Una fotografia scattata così a caso, senza nemmeno pensarci troppo ma guardandola bene mi sono accorta che potrei scriverci un libro per tutte le cose che riesce a suscitare. Una fotografia con dentro tanto, cose che amo (pure persone). La prima cosa che ho notato è il riflesso di una casa, la casa dove tantissimi anni fa abitava mia nonna con mia mamma piccolina, immagino le strade non ancora ricoperte di asfalto, mia nonna affacciata alla finestra che mi saluta, presente e passato che si uniscono senza mai essersi incontrati. Le vecchiette del paese quando le incontro in giro per il paese, mi raccontano spesso di mia nonna, sopratutto delle buone crostate e torte che preparava oppure di quando i ragazzini andavano a rubarle le bacche che aveva in giardino. Queste cose le vedo come se le avessi vissute, forse sarà il fatto di abitare nello stesso paese e nelle stesse case dove mia nonna ha vissuto. Abbandonando il riflesso della casa si vede un pezzetto della nostra casa, la cucina con la saletta, i locali dove si passa più tempo; la cucina per cucinare e la saletta per mangiare, per riposarsi con un buon libro davanti al fuoco, giocare con i bambini, chiacchiere, ecc… In primo piano invece le belle inferiate che adoro e le orchidee, non sono i miei fiori preferiti ma sono quelli che più riesco ad accudire, fioriscono sempre che è una meraviglia. Per ultimo un po’ sfumati ci sono io che fotografo la finestra ma anche il mio piccolino di cinque anni…tutti insieme in una fotografia; passato e presente uniti per sempre. Mi piace.

Mi fa strano scrivere un post che non parla di libri, ma in fondo ho aperto questo posticino perché ne sentivo il bisogno e non pensavo proprio di parlare di libri. I post futuri saranno a sorpresa e penso che sorprenderanno pure a me.

Vi auguro di passare un felice weekend.

 

Doppio sogno di Arthur Schnitzler

10 gennaio 2015

 

Forse non tutti sanno (io per esempio non lo sapevo) che da questo libro, Stanley Kubrick ne ha realizzato un film “Eyes wide shut” con il bellissimo Tom Cruise e Nicole Kidman. Il film è del 1999 e l’avevo già visto ma non compreso poi così tanto bene. Ieri durante la giornata ho letto il libro e alla sera, dopo aver messo (con fatica) a letto i figli mi sono guardata il film (che tra l’altro è anche lungo). Personalmente ho adorato sia il libro che il film. Il libro è stato scritto da Arthur Schnitzler nel 1925 e il protagonista della storia è Fridolin, un dottore sposato con una donna bellissima di nome Albertine e hanno una bambina di sette anni (mi sembra), vivono nella Vienna del XIX secolo. Il film invece viene ambientato negli anni 90 e i protagonisti cambiano nome, lui diventa Bill Harford e la moglie Alice.

Il libro racconta la storia di una coppia (quella di Fridolin e Albertine), più precisamente la crisi di una coppia, sogni di tradimento vengono raccontati, occasioni di tradimento vengono a crearsi, gelosie e non gelosie. Il libro è basato su questo, sulla coppia e il tradimento. Un tradimento mai avvenuto se non in sogno, un sogno che la moglie racconta al marito. Il marito ne rimane turbato e gli si presenterà diverse occasioni, per un tradimento verso la moglie che invece lo ha sognato, un sogno dove lei lo tradiva e lo derideva. Ma non riuscirà mai ad arrivare all’atto del tradimento . Non voglio svelarvi proprio tutto, ma vi voglio ugualmente riportare un pezzetto del libro, anzi il finale. Se non l’avete ancora letto, vi consiglio di leggere prima il libro e poi tornare a trovarmi ma se siete curiosi continuate pure 🙂

Eyes_Wide_Shut

(screenshot dal film)


 

<<che dobbiamo fare, Albertine?>>

Lei sorrise, e dopo una breve esitazione rispose: <<Ringraziare il destino, credo, di essere usciti incolumi da tutte le nostre avventure…da quelle vere e da quelle sognate>>.

<<Ne sei proprio sicura?>> chiese Fridolin.

<<Tanto sicura da presentire che la realtà di una notte, e anzi neppure quella di un’intera vita umana, non significano, al tempo stesso, anche la loro più profonda verità>>.

<<E nessun sogno>> disse egli con un leggero sospiro <<è interamente sogno>>

Albertine prese la testa del marito fra le mani e l’attirò a sé. << Ma ora ci siamo svegliati…>> disse <<per lungo tempo>>

Per sempre, voleva aggiungere Fridolin, ma prima ancora che pronunciasse quelle parole, lei gli pose un dito sulle labbra e sussurrò come fra sé: <<Non si può ipotecare il futuro>>.


Nell’edizione che ho trovato in biblioteca alla fine del racconto ci sono delle interessanti e utili note di Giuseppe Farese.

Un libro da leggere assolutamente, come pure la visione del film! Il libro mi ha talmente presa che lo comprerò da tenere a casa  per poterlo rileggere.

Doppio sogno 

di Arthur Schnitzler (1862-1931)

Adelphi Edizioni

Titolo originale: Traumnovelle

pag 114