Come un romanzo di Daniel Pennac

In questi giorni, cerco libri ovunque qui in casa, apro cassetti, librerie per i bimbi, libri che ho messo da leggere in studio ed è proprio qui che ho trovato questo libro di Pennac,  sfogliandolo mi ha subito catturata e non ho potuto resistere. Così la domenica l’ho passata con Daniel Pennac nel suo libro “Come un romanzo”, un piccolo saggio sulla lettura. Un libro dedicato ad insegnanti e genitori, Pennac ci  descrive così bene diverse riflessioni sulla bellezza della lettura. Su come invogliare i nostri figli nel magico mondo della lettura. È un libro favoloso, lo consiglio a tutti anche chi non è genitore o insegnante, mi ha dato ottimi consigli e spero che ne farò tesoro.

  
Per esempio quello di lasciare un libro a metà, faccio molta fatica a lasciarli, anche se non mi piacciono vado avanti e invece dovrei riporli nello scaffale, magari non è il momento o il periodo giusto per leggerlo.

Dovete assolutamente leggerlo, ne vale proprio la pena.

  
Passando ad altro…

Ogni giovedì, la biblioteca sarà aperta e non vedo l’ora di farle visita, spero di trovare qualche novità. Ogni mese circa 30 libri e di certo non posso permettermi di acquistarli, ma qui vicino ci sono pur molti negozi dell’usato, e anche li potrò far scorta di vari libri per pochi spiccioli.

Ricordo ancora quando ho pensato di iniziare questa avventura fra i libri, nel momento che l’ho pensata l’ho iniziata subito, anche se l’idea era di iniziarla ad ottobre, ma non ho resistito e ogni giorno da quel giorno ho letto e ora non posso farne a meno. Non mi pesa leggere, anzi è un piacere, non lo vedo come un’obbligo ma so che dentro di me ho bisogno di questo tempo per la lettura, come per chiunque di voi abbia bisogno del tempo per fare ciò che ama (scrivere, ginnastica, correre, passeggiare, ecc…), un bisogno giornaliero che non se ne può più far a meno, un bisogno di cui abbiamo bisogno per essere felici. Per me in questo momento è leggere, perché leggere mi porta lontano, la storia mi rimane dentro per un bel po’ di tempo e a mio piacimento mi ci posso rituffare. Insomma, con questo blog non voglio obbligare nessuno al piacere della lettura, ma voglio lasciare traccia di questo mio percorso, voglio vedere dove mi porterà. Da cosa nasce cosa.

Il mio consiglio è fate quello che amate fare, trovate il tempo per farlo e fatelo!

Leggere, passeggiare, andare in bici, correre, cucinare, scrivere, giocare, ecc..

Ogni cosa andrà bene.

Ma se siete come me amanti della lettura non fatevi scappare questo delizioso saggio:

Come un romanzo

di Daniel Pennac

Universale Economica Feltrinelli

prima edizione 1992

pag 139

 

L’occhio del lupo di Daniel Pennac

Ieri giornata piena e caotica, ma sono riuscita lo stesso a leggere. Anche se era una lettura per ragazzi è stata piacevole, un libro che da molto girava per casa, un libro che i miei figli hanno dovuto leggere qualche anno fa per la scuola. Non avevo ancora letto niente di Daniel Pennac ma ne ho sempre sentito parlare in modo positivo, infatti la lettura di ieri me ne ha data la conferma.

  
Un libro che ti coinvolge fino alla fine, una storia tenera che parla di un ragazzo e di un lupo, un lupo che ormai è rinchiuso in una gabbia di uno zoo ma prima era un lupo libero, nello zoo incontra questo ragazzo di nome Africa, un ragazzo che raccontava le storie come mai nessuno le sapeva raccontare, e così la storia del lupo e quella del ragazzo s’intrecciano.

Un libro da far leggere ai vostri bimbi, o se sono ancora piccoli da leggere assieme e se voi adulti ancora non lo avete letto, cosa aspettate? Correte in biblioteca e cercatelo, non è mai troppo tardi per un libro così.

  
L’occhio del lupo

Daniel Pennac

Salani gl’istrici

Illustrazioni di Paolo Cardoni