Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith

È stato molto bello leggere Il richiamo del cuculo, un giallo scritto dalla Rowling, la mamma di Harry Potter e pubblicato sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith, non so perché la Rowling abbia voluto pubblicare una serie di libri sotto un’altro nome, forse voleva vedere che effetto faceva, scrivere un romanzo completamente diverso dalla serie di Harry Potter e sotto un nome diverso. In effetti alla pubblicazione de Il richiamo del cuculo il libro non ha riscontrato un buon successo, ma appena si è saputo chi l’aveva scritto le vendite sono aumentate. Forse avrebbe voluto mantenere l’anonimato ancora per un po’ ma alla fine si è scoperto fin da subito chi l’avesse scritto.

  
Io l’ho trovato molto bello, i gialli è da un pezzo che non li leggo, sarà perché non riesco mai a capire gli intrighi che svelano l’assassino ma in questo libro, ho capito fin da subito chi era l’assassino, per di più l’ho percepito…ma non per questo il libro mi ha annoiata, anzi è un libro pieno di mistero e i personaggi e i luoghi ben descritti, ho percepito pure una nota magica nel descrivere, mi ci sono tuffata dentro nel libro e ho seguito le indagini con l’investigatore Strike e la sua segretaria Robin, come se fossi stata un’angelo accanto a loro. Mi piacciono i libri che mi ci trasportano dentro, che mi facciano dimenticare dove sono, che mi portino lontano con la mente e alla fine del libro ti resta la gioia di aver fatto un viaggio così piacevole, come se ci fossi veramente stata a Londra o dove il libro ti ha portato.

Questo libro mi ha veramente impegnata, avevo calcolato una decina di ore per poterlo leggere e così è stato, nel mezzo ho dovuto cucinare e pulire e badare comunque ai bimbi. Ma leggendo le ultime 50 pagine, dopo cena con la cucina pulita, i bimbi che dormivano mi sentivo così leggera e felice. Felice di aver fatto tutto quello che desideravo fare in una giornata. Una domenica con un cielo nuvoloso e una pioggia autunnale che rinfrescava l’aria.

Un libro al giorno per me è una terapia, una terapia per la mente e il cuore.

Se vi piace il genere giallo o avete amato la saga di Harry Potter non potete non leggere questo, vi lascio i dati come al solito per poterlo cercare

Il richiamo del cuculo

di Robert Galbraith

Editore Salani

prima edizione 2013

pag 547

PS: non vi ho detto che questa storia continua con Il baco di seta che spero di riuscire a leggerlo, non vedo l’ora di immergermi di nuovo in una nuova indagine con l’investigatore Strike e la sua segretaria.

PS2: cercate pure Il Seggio Vacante sempre sotto Robert Galbraith io l’ho trovato stupendo e forse ora che ci penso mi piacerebbe regalarglielo a mio padre, chissà che magari possa piacere pure a lui.

PS3: volevo già ringraziare Cinnamon per avermi citata per il Liebster Award, nei prossimi giorni pubblicherò le mie risposte. Mi ha fatto molto piacere! Grazie grazie.